Presente e futuro di un giornale (di carta?)

EDITORIALE

Presente e futuro di un giornale (di carta?)

di Simonetta Lorigliola, direttrice responsabile e Roberto Valerio, editore

Come la prendereste se da domani non esistesse più Konrad in giro per la vostra città?

(foto di L. Monasta)

Konrad ha compiuto 30 anni, proprio nel 2018.

Sono stati anni di lavoro assiduo di una redazione accomunata dal desiderio di dare gambe a un giornale libero, indipendente, senza nessun santolo o padrone.

Ogni redattore ha sempre collaborato a titolo volontario, mettendoci cuore, anima e testa.

Dalla partecipazione disinteressata nascono e crescono i progetti liberi.

E Konrad è sempre stato così.

In 30 anni non ha perso un’uscita.

Il passare del tempo non ha invecchiato il giornale, ma lo ha spinto a rinnovarsi, cambiare struttura, pelle e grafica, mantenendo sempre la sua anima indipendente e viva.

Il gradimento di Konrad è cresciuto in maniera decisiva: oggi a Trieste e in regione sono in moltissimi a conoscerlo, cercarlo, leggerlo ed apprezzarlo. Lo sappiamo perché i lettori comunicano con noi, ci contattato, ci scrivono.

Sembra quasi scontato che Konrad esista e continui a uscire.

E a essere gratuito, poiché è sempre stato un free press

La scelta di essere gratis risponde alla ricerca della massima diffusione: se diamo spazio a chi non ha voce, agli argomenti solitamente occultati e rimossi lo facciamo perché giungano al maggior numero di persone possibili. Per questo abbiamo scelto di essere gratuiti.

E per questo ci siamo da sempre autofinanziati con la raccolta pubblicitaria.

Konrad non ha mai goduto dei contributi per l’editoria o di sussidi e altre simili stampelle statali.

Ci siamo sempre basati solo ed esclusivamente sulle nostre forze.

I nostri sponsor hanno pagato uno spazio pubblicitario, quello e niente altro.

E grazie agli sponsor il giornale è uscito per 30 anni, diventando il primo free press del Friuli Venezia Giulia, stampato fino a un massimo di 16.000 copie.

Sono numeri importanti, e vogliamo sottolinearlo.

Ma via via la fortuna della carta stampata è calata a picco.

Non staremo qui a imprecare contro internet. Che è e resta una grande opportunità, pur coi suoi limiti. Sul web ci siamo anche noi. E dovremmo esserci anche di più.

Ma la carta stampata è un’altra cosa.

Leggere un giornale è un gesto materico e caldo, che ci mette in relazione dedicata e indisturbata con contenuti e informazioni. Leggere un giornale di carta è un esercizio per cervelli aperti e vispi.

La carta stampata, secondo noi, non appartiene al passato, ma al futuro.

Però il mondo non la pensa così.

E nemmeno gli inserzionisti, che oramai scelgono altri canali per pubblicizzare attività e prodotti.

Non perché la carta stampata non funzioni, ma per la ragione che internet costa zero o poco più: ecco il bandolo della matassa.

Oggi noi, lo diciamo con grande amarezza e sconforto, non ce la facciamo più a stare in piedi.

È duro da ammettere: negli ultimi anni abbiamo tentato di andare avanti e non mollare mai, ma ora siamo al suo minimo storico.

Konrad non vive di vita propria, purtroppo.

Che fare , dunque?

Vorremo chiedere che fare, anche a voi, affezionati lettrici e lettori.

Ci servono forze ed energie.

Ci servono nuovi volontari che scrivano di musica, cinema, libri, società, scuola, sport, arte….

Ci servono persone che siano efficaci nel gestire contenuti sul web e sui social.

Ci servono idee e proposte per numeri monografici da pubblicare tre o quattro volte l’anno. Ma per far questo ci servono monete sonanti, per progettare quei numeri cartacei.

E quindi ci servono nuovi inserzionisti pubblicitari che credano nel valore della carta stampata come veicolo di informazioni. 

E magari ci servirebbe anche qualcuno che avesse voglia di raccogliere la pubblicità per Konrad.

Ci servirebbe tutto questo, e non lo abbiamo.

Nè possediamo bacchette magiche.

Però crediamo ancora nella magia dei progetti condivisi, e nelle loro potenzialità.

Stavolta le abbiamo già provate tutte, se non ci date una mano voi, nessun futuro non potrà diventare presente.

Scriveteci per: 

  • darci suggerimenti e consigli
  • aderire all’Associazione Konrad 

comunica@konradnews.org

 

 

Scritto da simonetta lorigliola

simonetta lorigliola

Simonetta Lorigliola, studi filosofici, è giornalista e vive e lavora a Trieste.
ha collaborato con "EV. Vini. Cibi Intelligenze", la rivista di Luigi Veronelli. Dal 2004 al 2010 ha diretto la Comunicazione sociale e le Campagne per Altromercato, la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale italiana per la quale ha fondato il progetto IlCircolodelCibo. Autrice di pubblicazioni su origini e storia, ha recentemente pubblicato "È un vino paesaggio" (DeriveApprodi, Roma, 2017) È stata tra gli ideatori del progetto "t/Terra e libertà/critical wine" che ha organizzato decine di eventi in tutta Italia. Oggi collabora con il Seminario Veronelli. Scrive su Konrad dal 2012 e da ottobre 2015 ne è la direttrice.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *