Le periferie al centro, con la progettazione partecipata

di Valentina Novak, Ingegnere edile e Stefano Cova, Architetto
Associazione Kallipolis

Kallipolis

Valentina Novak, Kallipolis

Il sogno di Kallipolis per Trieste è quello di una città inclusiva: accessibile a tutti e attenta ai più vulnerabili; verde: impegnata nella riduzione dell’impatto ambientale delle attività umane che in esse si generano; partecipata: in grado di ascoltare i bisogni dei propri abitanti e di costruire con loro le risposte; responsabile: attenta a preservare risorse e opportunità per le generazioni future; resiliente: pronta ad affrontare le conseguenze dei cambiamenti.

Le periferie sono la sfida del terzo millennio: sono tutti quei luoghi della città in cui si creano dei vuoti fisici, relazionali e/o sociali. La rigenerazione urbana delle periferie ha successo quando si riesce a:

  • lavorare co-operando con le comunità locali, facendo riemergere il sistema di relazioni che creano le nuove forme dell’abitare nello spazio urbano;
  • creare una vera collaborazione tra i soggetti coinvolti in una partnership pubblico/privato che renda protagonisti gli abitanti per una gestione condivisa dello spazio dell’abitare;
  • garantire la durevolezza e l’ auto-sostenibilità dei processi per la creazione di un nuovo paesaggio della città.

Nei processi di rigenerazione urbana le periferie si trasformano in generatori di cultura e in luoghi delle nuove centralità in cui le comunità sanno comunicare se stesse e la loro identità e da insieme eterogeneo di individui che vivono uno stesso spazio diventano una comunità di progetto, ovvero una comunità capace di progettare assieme e mettere in pratica le azioni condivise.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *