Florilegio. Natura e arte contemporanea

– di Fabiana Salvador –

S. Bonfanti, Fragola

S. Bonfanti, Fragola

La natura e le sue infinite declinazioni. La passione per le sue meraviglie e la capacità di riproporle attraverso lo sguardo intimo, inarrestabile e incontenibile dell’artista. Soluzioni e suggestioni per chi sa soffermarsi e non trattiene emozioni. Ed è sempre alla ricerca e aspira al rinnovamento. Non solo sensazioni. Ma energia che si rinnova, materializza ed espande.

E assieme al suo aspetto divino creativo, nell’era del digitale e dell’immagine sovrabbondante, ritorna l’attenzione alla manualità e ai materiali. Ad una artigianalità di altri tempi e altri mondi, che viene riscoperta, investigata, reinventata e apprezzata perché sempre più rara e preziosa. Sempre più difficile concepirla e realizzarla. Natura/arte. Uomo/natura. Uomo/arte. Non finiremo mai di interrogarci sulla loro essenza e sui loro sfaccettati e fondamentali rapporti.

Da questi presupposti, nell’ambito dell’articolata manifestazione In Primavera a Trieste, organizzata dall’Agricola Monte San Pantaleone, nasce Florilegio.

Un’esposizione diffusa negli spazi delle gallerie d’arte DoubleRoom e ZimmerFrei di Trieste. Un’attenta scelta di opere e contenuti. Alcune delle ricerche più avanzate di artisti del nostro territorio.

DoubleRoom, nella curata selezione di Massimo Premuda, propone due giovanissimi artisti. Delphi Morpurgo, conosciuto per i suoi incredibili boschi che invitano ad andare sempre oltre (splendida una sua recente personale al Check Point Paint!); in questa occasione presenta piccoli fiori meditativi in un’installazione su tavole che ricompongono la complessità variopinta di un prato. E Alan Stefanato, autore di macro astrazioni in cui sperimenta e plasma mentalmente orchidee restituite in una vaporosa bidimensionalità, secondo una visione della Natura rarefatta, armoniosa e dispersiva.

Fra gli artisti più affermati, Jernej Forbici, militante nella difesa dell’ambiente, apre finestre esplorative su paesaggi visti a volo d’uccello, con prospettive allargate, luce piatta e pittura materica. E Marika Vicari: le sue installazioni di grafite su tavola invitano a scenari malinconici di boschi di betulle e sottobosco, sensazioni del tempo lungo e cadenzato di una natura silenziosa.

Alla ZimmerFrei, Massimiliano Schiozzi con gusto impeccabile raccoglie opere di un’arte meno consueta, secondo le tendenze più attuali. Espongono Sabina Bonfanti, architetto e designer, creatrice di uno spazio naturale offerto attraverso una profusione decorativa di morbidi fiori di carta. Laura Modolo, con i suoi delicati iris disegnati e cuciti con filo di seta su carta giapponese: eleganti gesti assecondano colori e forme di una natura gentile, sospesa nella proiezione intima dei pensieri. Massimo Gardone e le sue macrofotografie di fiori, in una raffinatissima sovrapposizione di trasparenze e colori. Suo un recente e interessante progetto intitolato Erbario: uno studio sulle pale di colore di piante e foglie, sistematizzato in un equivalente cromatico applicabile ai materiali più diversi.

Un finissage d’eccezione nella notte più corta dell’estate, il 20 giugno, concluderà Florilegio e l’intera manifestazione In Primavera a Trieste. Per festeggiare il solstizio d’estate, Fotonotte#2 altra natura, organizzato dalla Casa dell’Arte, la rete di associazioni ormai punto di riferimento in città per l’arte contemporanea e di avanguardia. Ancora all’insegna della natura e della fotografia, una passeggiata attraverso 10 spazi espositivi disseminati nel centro storico di Trieste, ci coinvolgerà con visioni nuove, per non smettere mai di ricercare e gioire nella ricerca stessa.

Florilegio

Giovedì, venerdì e sabato, dal 6 al 20 giugno 2015 dalle 17 alle 20

DoobleRoom arti visive, via Canova 9

ZimmerFrei, via Torrebianca 10

+ fotonotte, sabato 20 giugno 2015 dalle 20 alle 24.

Per informazioni: www.casadellarte.it

Scritto da fabiana salvador

fabiana salvador

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *