Festival del Cinema Latino Americano

Dal 18 al 26 ottobre si svolgerà a Trieste la XXIX edizione

Torna dal 18 al 26 ottobre il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste, giunto ormai al traguardo della 29° edizione. Promosso dall’Apclai (Associazione per la Promozione della Cultura Latino Americana in Italia) dal 1985, questo Festival si è consolidato nel tempo come la più vasta rassegna europea di cinema e produzioni audiovisive latino americane, un prezioso sguardo sulla realtà di questo continente, capace di riunire produzioni da più di dieci paesi.

La locandina del Festival del Cinema Latino Americano di Trieste 2014

La locandina del Festival del Cinema Latino Americano di Trieste 2014

Con determinazione e soprattutto con passione Rodrigo Diaz, il direttore del Festival e presidente dell’APCLAI, ha portato avanti un grande progetto nonostante la realtà avversa con cui si confrontano puntualmente eventi culturali considerati di nicchia. L’America Latina spesso è adombrata da “L’America”, ovvero gli Stati Uniti. Ma c’è tutto un altro mondo, letteralmente e per fortuna: senza velleità, semplice e complesso nelle sue migliaia di sfaccettature tra idiomi, suoni, paesaggi e colori. Un mondo vitale e travolgente. Trieste dovrebbe essere orgogliosa di ospitare tale livello di cultura e tradizione.

Verranno presentate ben 75 opere, sia in lingua originale che sottotitolate a cura della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università degli Studi di Trieste. Le proiezioni si divideranno tra l’Auditorium del Museo Revoltella e il Circolo Culturale Knulp, mentre il Teatro-Cinema dei Fabbri ospiterà la sezione “La memoria del Festival” dove verrà proiettato, tra le altre opere, “Memorias del Subdesarrollo”, film inserito dall’Istituto Britannico del Cinema fra le migliori 150 pellicole di tutti i tempi.

Quest’anno non poteva mancare, all’interno del Festival, un omaggio a un grande artista e intellettuale latino americano, Gabriél García Marquez, attraverso le pellicole “El gallo de Oro” di Roberto Gavaldón, “El año de la peste” di Felipe Cazals, “Presagio” di Luis Alcoriza, “Un señor muy viejo con unas alas enormes” di Fernando Birri, considerato il padre del nuovo cinema latino americano nonchè presidente del Festival.

L’inaugurazione, ad ingresso libero, si terrà come nelle edizioni passate presso l’Aula Magna del Centro Internazionale di Fisica Teorica dell’ONU il 18 Ottobre alle ore 19.00, occasione in cui verrà conferito il Premio Salvador Allende in memoriam a Tomaso De Vergottini, straordinario diplomatico (originario di Parenzo, Istria) a cui devono la vita centinaia di cileni, latinoamericani ed europei. Al termine della serata sarà proiettato il film “Ardiente paciencia” di Antonio Skármeta. ovvero la versione cinematografia de “El cartero de Neruda”, girato
dall’autore del romanzo, una decina d’anni prima che ne venisse tratto il nostrano “Il postino” interpretato da Massimo Troisi.

Per informazioni e programma: www.cinelatinotrieste.org

Valuterei le cose, non per il loro valore, ma il loro significato –Gabo (Gabriél García Marquez)

Il Festival Cinema Latino Americano

Il Festival Cinema Latino Americano

 

Garcia Marquez e Fernando Birri

Gabriel Garcia Marquez e Fernando Birri

Scritto da eleonora molea

Archeo-antropologa con la passione per il Carso quanto per le Ande, cittadina del mondo, attenta e consapevole alle piccole azioni quotidiane. Ha a cuore il rispetto della Natura e delle tradizioni locali in un’ottica di decrescita felice, chiavi di volta per un "buen vivir" sociale.
Si occupa di comunicazione, della valorizzazione del patrimonio culturale, della salvaguardia dell’ambiente e di tutte le buone pratiche che aiutano a coltivare un'ecologia anche mentale e un benessere psicosomatico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *