Friuleuskalherria_K227_.immagine

Prigionieri baschi sui monti friulani

Prigionieri baschi sui monti friulani di Luca Meneghesso ETA, il gruppo rivoluzionario, indipendentista e socialista basco, ha consegnato a rappresentanti della società civile dei Paesi Baschi le sue armi sabato 8 aprile, diventando di fatto “una organizzazione disarmata”. Ma qual è la situazione nei Paesi Baschi (Euskal Herria)? Ne parliamo con Guido del Comitato Friûl–Euskal… Continua

redivo 227 b

Cambiare il paradigma nell’accoglienza ai migranti

Cambiare il paradigma nell’accoglienza ai migranti di Alessandro Redivo A Milano, un’iniziativa “dal basso” che apre a nuove prospettive I messaggi scritti su due teli bianchi “Qui nessuno è straniero” e “Stop war not people“, stride con i due militari armati che controllano l’ingresso della caserma. Le colonne austere dei portici novecenteschi della caserma ospitano una… Continua

012 Banane_ k226_Gloriosa victoria

Banane, colonialismi e un dipinto di Diego Rivera

Paesi delle banane  Banane, colonialismi e un dipinto di Diego Rivera di Óscar García Murga Nel 1950 un filmato promozionale della United Fruit Company (UFCO) chiamava Banana Land l’insiem dei seguenti paesi: Messico, Guatemala, Honduras, Costarica, Panama, Colombia, Cuba, Giamaica e Repubblica Dominicana. Nel 1971, con la commedia “Il dittatore dello Stato Libero di Bananas”… Continua

arrivo profughi siria

Corridoi umanitari. Contro i trafficanti di esseri umani e i barconi della morte.

Un progetto pilota contro i trafficanti di uomini che fanno affari con chi fugge dalle guerre e per concedere a persone in “condizioni di vulnerabilità” (vittime di persecuzioni, torture e violenze, famiglie con bambini, anziani, malati, persone con disabilità) un ingresso legale sul territorio italiano con visto umanitario e la possibilità di presentare domanda d’asilo.