Canzoni di lotta e di impegno civile: un concerto e un laboratorio

Canto sociale, canto politico, canzone di protesta, canzoni di lotta. 4 modi per rappresentare un repertorio che non ha uguali in Europa, assolutamente confrontabile con quello altrettanto ricco e studiato degli Stati Uniti.

Bertelli_1

Due appuntamenti per chi desidera saperne di più.

Gli incontri sono organizzati dall’Associazione Tina Modotti e si terranno presso CASA DEL POPOLO Via Ponziana, n° 14Trieste. Ingresso a offerta libera

Sabato 7 novembre ore 20.30
Concerto di Gualtiero Bertelli (chitarra, fisarmonica e voce)

Storie di un cantastorie. Cinquant’anni di canti e di impegno civile

Domenica 8 novembre ore 10 – 12
Laboratorio: il canto sociale e politico, le canzoni di protesta e di lotta

 

Circolo_Tina_modotti1

Gualtiero Bertelli è nato a Venezia, nell’isola della Giudecca, il 16 febbraio 1944. Il padre, Enrico, era operaio all’antico Arsenale, la madre, Lidia Gottardo, una casalinga. Alla fine degli anni Cinquanta percorre la sua stagione del rock e successivamente della canzone d’autore, fondando due gruppi musicali che lo vedranno attivo fino al 1963. In questo periodo, grazie all’amicizia con Luigi Nono, incontra Sergio Liberovici di Cantacronache, occasione che prepara la svolta nella sua attività musicale.

In quegli anni la ricerca demografica e in particolare sul canto storico/politico si coniuga con l’attività di autori, come Fausto Amodei e Ivan della Mea.

Nel 1964, grazie all’incontro con Luisa Ronchini, nasce il Canzoniere Popolare Veneto e con questo si sviluppa la ricerca sulla canzone popolare veneziana e la composizione di nuove canzoni.

Dal 1965 Bertelli prende parte all’attività del Nuovo Canzoniere Italiano, fondato da Gianni Bosio e Roberto Leydi, e entra a far parte del gruppo di nuovi autori quali Giovanna Marini, Paolo Pietrangeli e altri. Nello stesso anno realizza il disco “Sta bruta guera che no xe finia”.

Nel 1972 fonda il Nuovo Canzoniere Veneto, che sarà attivo fino al 1980.

Nel 1987 Bertelli torna all’attività musicale con la pubblicazione del LP “Barche de carta”.

Nel 2002 Bertelli pubblica il CD live “Quando la luna a mezzogiorno” accompagnato dal pianista Paolo Favorido e da allora riprende in pieno l’attività musicale e teatrale, fondando anche “La Compagnia delle Acque”. È di questi ultimi anni la stretta collaborazione con l’editorialista e scrittore Gian Antonio Stella e con il vice direttore del Gazzettino di Venezia Edoardo Pittalis.

Cosa accadrà al Laboratorio di domenica 8 novembre

Canto sociale, canto politico, canzone di protesta, canzoni di lotta. 4 modi per rappresentare un repertorio che non ha uguali in Europa, assolutamente confrontabile con quello altrettanto ricco e studiato degli Stati Uniti.

Quando è incominciata questa vicenda? In che modo? Quali sono state le persone che nel tempo hanno interpretato quei repertori. Ma prima ancora quali i repertori?

Queste sono alcune delle domande a cui cercherò di rispondere nella parte introduttiva dell’incontro. Poi ascolteremo alcuni esempi  e cercheremo di eseguirne qualcuno.

Ma come si esegue quel tipo di canzoni sia individualmente che in coro? E’ un tema che affronteremo, seppure molto rapidamente, poiché costituisce uno dei “terreni di confronto” più sensibili tra ricercatori ed esecutori dal dopoguerra ad oggi, a partire dall’America di Woody Guthrie, Pete Seeger e Bob Dylan per arrivare sino a noi e ai nostri giorni.

Per informazioni e iscrizioni al laboratorio

rosa1914rossa@yahoo.it

cell. 334 7037783

cell. 333 3817484

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *