Gli ultimi articoliView More

Copertina CUT K236

Konrad Maggio 2018

“Konrad. Mensile di Informazione critica” di Maggio 2018 (numero 237) Scarica il pdf del numero 233 (Maggio 2018) Konrad maggio 2018 Vedi Archivio numeri precedenti >> Entra e Sfoglia la rivista

Vedere dal fondo di un oceano

Nell’immagine lo spettro di tutte le onde elettromagnetiche, quelle che arrivano sulla superficie terrestre e quelle che vengono bloccate dalla nostra atmosfera. Quando si parla di oceano tutti pensiamo a quello d’acqua salata nel quale ci rinfreschiamo nelle calde giornate estive, ma nessuno pensa che noi viviamo sul fondo di un oceano composto da vari... Continua

Gli occhi dei nostri avi

Provate ad immaginare di essere ricchi, molto ricchi. Immaginate di trovarvi nella vostra bella casa e sul tavolo rotondo del soggiorno disponete la vostra migliore tovaglia di velluto nero. Mettete la vostra mano in un sacchetto pieno di piccoli diamanti di varie dimensioni e spargetene qualche manciata sul tavolo; ora macinate la rimanenza del sacchetto... Continua

I nostri occhi

Gli occhi sono lo strumento che l’uomo ha sempre impiegato per scrutare il cielo, ma, dopo 400 anni di osservazioni con gli strumenti ottici, la ricerca scientifica ha praticamente esaurito la sua ricerca in questo campo. Oggi, i professionisti si dedicano ad osservare con altri strumenti ed in altre zone dello spettro elettromagnetico (come abbiamo... Continua

AmbienteView More

canapa 2

Versatile canapa

Quando la canapa viene inserita all'interno delle rotazioni colturali, le colture seminate successivamente ne traggono beneficio in virtù della sua capacità di limitare la crescita di piante infestanti, dell’elevato quantitativo di sostanza organica residua nel terreno e della sua capacità di migliorare la struttura del suolo, grazie al profondo apparato radicale.
014 Ravalli padiglione-s-giovanni-tempi-moderni-k233-ravalli

Tempi moderni urbani a Trieste

Oggi il tempo fugge e i problemi di vivibilità urbana aumentano. Vogliamo però che qualcosa del nostro passato sopravviva, anche a fronte di prossimi importanti sviluppi urbani, assieme ad atmosfere da “belle epoque”? Servono soluzioni tecnologiche innovative e buone vecchie pratiche, da contrapporre ai tempi moderni.
Lorenzo Mocchiutti dei Vignai da Duline con l'autrice Simonetta Lorigliola (Foto L. Monasta)

È un vino paesaggio. Recensione.

Il paesaggio non è un punto focalizzato né focalizzabile, è una visione d’insieme straordinaria che comprende anche quello che non si vede, quello che c’è dietro (il lavoro dell’uomo, ad esempio), quello che c’è vicino (l’oltre confine ad esempio, oppure il sotterraneo) e quello che c’è stato (la storia e i luoghi in movimento): le esistenze minerali, vegetali e umane non possono non comunicarsi al territorio.

CulturaView More

Vedere dal fondo di un oceano

Nell’immagine lo spettro di tutte le onde elettromagnetiche, quelle che arrivano sulla superficie terrestre e quelle che vengono bloccate dalla nostra atmosfera. Quando si parla di oceano tutti pensiamo a quello d’acqua salata nel quale ci rinfreschiamo nelle calde giornate estive, ma nessuno pensa che noi viviamo sul fondo di un oceano composto da vari... Continua

Gli occhi dei nostri avi

Provate ad immaginare di essere ricchi, molto ricchi. Immaginate di trovarvi nella vostra bella casa e sul tavolo rotondo del soggiorno disponete la vostra migliore tovaglia di velluto nero. Mettete la vostra mano in un sacchetto pieno di piccoli diamanti di varie dimensioni e spargetene qualche manciata sul tavolo; ora macinate la rimanenza del sacchetto... Continua

Cultura materialeView More

Lorenzo Mocchiutti dei Vignai da Duline con l'autrice Simonetta Lorigliola (Foto L. Monasta)

È un vino paesaggio. Recensione.

Il paesaggio non è un punto focalizzato né focalizzabile, è una visione d’insieme straordinaria che comprende anche quello che non si vede, quello che c’è dietro (il lavoro dell’uomo, ad esempio), quello che c’è vicino (l’oltre confine ad esempio, oppure il sotterraneo) e quello che c’è stato (la storia e i luoghi in movimento): le esistenze minerali, vegetali e umane non possono non comunicarsi al territorio.
015 Marino Vocci 2

La Dedica di Marzo 2018

A Marino Vocci Ci lascia un uomo di calore, affetto e cultura. Precursore del rilancio della cultura materiale dell’Alto Adriatico, luogo di multiformi e feconde diversità.

In ricordo di Marino Vocci

La sua ricetta del "brodetto de peste", un inedito con cui vogliamo ricordarlo. Con stima, affetto e riconoscenza.   In ricordo di Marino Vocci a cura della redazione L’odore dell’Adriatico Marino Vocci lo ha respirato fin da piccolo nella natia Caldania: qualche casa subito oltre la Dragogna verso Buie, a due passi dalle grandi saline... Continua